Home » Documentazione » Notizie » lettura Notizie

Notizie

Emergenza COVID19 - attività del CIISAF dell'Ambito territoriale BR2

nuovo logo ambito
sab 28 mar, 2020

In piena emergenza COVID-19, l’Ambito Territoriale BR2 “Consorzio per l’Inclusione e l’Integrazione dei servizi sociali di Fasano, Cisternino e Ostuni – CIISAF”, ha adottato diverse strategie per non fermare  i servizi con specifici compiti di responsabilità e di “cura sociale”.

Nello specifico, rimangono attivi:

📌 il servizio di Segretariato Sociale, mediante lo SPORTELLO TELEFONICO; è possibile chiamare al numero 080/4394298 dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 11.00.

📌 il servizio di SAD (Servizio di assistenza domiciliare) e  il servizio ADI (Assistenza domiciliare Integrata), per i casi considerati maggiormente vulnerabili e che prevedono un intervento domiciliare degli operatori, muniti dei dispositivi standard di protezione;

📌  il servizio ADE (Servizio di educativa domiciliare) svolto mediante modalità a distanza;

📌 il Centro di ascolto per le famiglie, con servizio di supporto psicologico per i nuclei familiari già in carico, consulenza di coppia ma anche e soprattutto supporto psicologico per l’emergenza Covid-19;

📌il monitoraggio verso le famiglie degli utenti con problematiche cognitive e/o psichiatriche che per ovvie ragioni di sicurezza sono impossibilitati a frequentare i centri diurni.

📌 il CENTRO ANTIVIOLENZA, disponibile telefonicamente  al numero verde 800 688 791

📌 saranno inoltre garanti in modalità telematica tutti i colloqui per l’iscrizione alla piattaforma GEPI dei beneficiari di Reddito di cittadinanza e per i beneficiari delle misure regionali di sostegno al reddito RED, utili a determinare oltre che l’analisi sociale atta all’emersione dei casi di particolare vulnerabilità, anche un’ opportunità per le  famiglie di poter comunicare con i servizi territoriali.

Un doveroso grazie va a tutti gli operatori che, nonostante l'emergenza, continuano a perseguire il loro compito con impegno e professionalità, certi di fare la cosa giusta per il bene della comunità.

Condividi