Come e dove si paga

COME E DOVE SI PAGA

 

Il pagamento deve essere effettuato  mediante modello F24, utilizzando il codice dell’Ente D508 e l’apposito codice tributo messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, presso tutti gli sportelli bancari e postali.

Il versamento dell’imposta deve essere effettuato con arrotondamento all’euro per difetto se la frazione non è superiore a 49 centesimi, ovvero per eccesso se superiore a detto importo.

Non si fa luogo al versamento se l'imposta da versare é uguale od inferiore a 12 euro. Se l'importo da versare supera i 12 euro il versamento deve essere fatto per l'intero ammontare dovuto.

CODICI TRIBUTO:

3912” – “IMU – imposta municipale propria su abitazione principale e relative pertinenze – COMUNE”;
3913” – “IMU – imposta municipale propria per fabbricati rurali ad uso strumentale – COMUNE”;
3914” – “IMU – imposta municipale propria per i terreni – COMUNE”;
3916” – “IMU – imposta municipale propria per le aree fabbricabili – COMUNE”;
3918” – “IMU – imposta municipale propria per gli altri fabbricati – COMUNE”;
“3925”  - IMU - imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale d – STATO

3923” – “IMU – imposta municipale propria – INTERESSI DA ACCERTAMENTO – COMUNE”;
3924” – “IMU – imposta municipale propria – SANZIONI DA ACCERTAMENTO – COMUNE”.

NOTE

Si precisa che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta dovuta.

- nello spazio “Ravv” barrare la casella se il pagamento si riferisce al ravvedimento;

  (Nel caso in cui sia barrato lo spazio “Ravv”, indicare l’anno in cui l’imposta avrebbe dovuto essere   versata)

- nello spazio “Numero immobili” indicare il numero degli immobili (massimo 3 cifre);

- nello spazio” Anno di riferimento” deve essere indicato l’anno d’imposta cui si riferisce il pagamento;

- nello spazio “Acc.” barrare se il pagamento si riferisce all’acconto;

- nello spazio “Saldo” barrare se il pagamento si riferisce al saldo.

Se il pagamento è effettuato in unica soluzione per acconto e saldo, barrare entrambe le caselle.

RESIDENTI ALL'ESTERO

I contribuenti non residenti nel territorio dello Stato che devono effettuare i pagamenti dell’IMU dall’estero, nel caso in cui non sia possibile utilizzare il modello F24, dovranno provvedere tramite bonifico bancario nei modi seguenti:

  • per l’eventuale quota di imposta spettante allo Stato, seguendo le indicazioni riportate nel comunicato del Ministero dell'Economia relativo al pagamento dei residenti all'estero.
  • per la quota di imposta del Comune di Fasano, tramite bonifico da effettuare direttamente sul seguente conto “Cassa Centrale Banca Credito Cooperativo del Nord Est S.p.A.”:

       CODICE IBAN: IT 72 C 03599 01800 000000139464

       Codice BIC/SWIFT: CCRTIT2TXXX

 

Come causale dei versamenti devono essere indicati:

  • il nome del contribuente;
  • il codice fiscale o la partita IVA del contribuente o, in mancanza, il codice di identificazione fiscale rilasciato dallo Stato estero di residenza, se posseduto;
  • la sigla “IMU” e i relativi codici tributo indicati nella risoluzione dell’Agenzia delle entrate n. 35/E del 12 aprile 2012;
  • l’annualità di riferimento;
  • l’indicazione “Acconto” o “Saldo” nel caso di pagamento in due rate.

 

__________________________________________________
freccia Torna alla pagina IMU - responsabile dott.ssa Marisa Ruggiero

 

Condividi