Home » Lo Sportello dei Servizi » Finestra del contribuente » Imposta di soggiorno - responsabile dott. Pierluigi CAROLI

Imposta di soggiorno - responsabile dott. Pierluigi CAROLI

IMPOSTA DI SOGGIORNO

 

COMUNICAZIONI

New Imposta di Soggiorno – Comunicazione alle strutture accreditate sul Portale PayTourist

 

CHIARIMENTI - 30 aprile 2019: gestione dell'imposta di soggiorno

 

AVVISO
Si invitano tutte le strutture ricettive, presenti nel territorio del Comune di Fasano, a procedere con urgenza all'accreditamento sul portale PayTourist per gli adempimenti connessi alla gestione dell'imposta di soggiorno.

                             PAYTOURIST

                             Il nuovo sistema per la gestione dell'imposta di soggiorno

Manuale operativo per Paytourist, il nuovo sistema per la gestione e il pagamento dell'imposta di soggiorno

                

ANNO 2019

Delibera di C.C. N. 6 del 28.02.2019 - Regolamento imposta di soggiorno

Delibera di Giunta municipale n°55/2019 - Determinazione tariffe imposta di soggiorno - anno 2019

IMPOSTA DI SOGGIORNO – dal 1 gennaio al 31 dicembre. Solo per l’anno 2019, l’applicazione del tributo decorre dal 1° maggio.

Le tariffe si intendono a persona, per pernottamento, fino a un massimo di 14 giorni

  1. alberghi, residenze turistico – alberghiere, albergo diffuso

          5 stelle e 5 sette plus

€ 5,00

          4 stelle € 3,50

          3 stelle

€ 2,50

          2 stelle

€ 1,50

          1 stella

€ 1,00

  1. agriturismi, country houses, strutture di turismo rurale

€ 2,50

  1. attività saltuarie di alloggio e prima colazione (bed&breakfast)

€ 2,50

  1. villaggi turistici, camping, aree attrezzate di sosta temporanea, strutture ricettive all’aria aperta non aperte al pubblico

€ 2,00

  1. case per ferie, affittacamere, case e appartamenti per vacanze, appartamenti ammobiliati per uso turistico

€ 2,00

  1. immobili destinati alla locazione breve (fino a 30 giorni), di cui all’art. 4, comma 5 ter del D.L. 24 aprile 2017 n°50

€ 2,00

 

ANNO 2018

La legge di bilancio 2017 (articolo 1, comma 42) ha stabilito che per l’anno in corso è sospesa l’efficacia delle deliberazioni di comuni e regioni che prevedano aumenti dei tributi e delle addizionali rispetto ai valori delle aliquote già deliberate per il 2015. La norma, cosiddetta blocca tributi, impone pertanto agli enti impositori di non approvare aumenti tariffari per il 2018.
 

                                             TARIFFE IMPOSTA DI SOGGIORNO ANNO 2018

 

Portale gestione Imposta di soggiorno
Helpdesk Portale

TABELLA RIEPILOGATIVA TARIFFE ANNO 2017

Delibera di C.C. n. 17 del 30.03.2017
Modifiche al Regolamento per la disciplina dell'imposta di soggiorno

Modello 21 - Rendiconto agenti contabili che dovrà essere restituito all’Ente, debitamente compilato, entro il 30 gennaio di ogni anno.

 

DISCIPLINA DELL'IMPOSTA COMUNALE DI SOGGIORNO - NOVITA' 2017

                                          COMUNICATO

L'imposta è corrisposta dagli ospiti delle strutture ricettive (alberghi, villaggi turistici, campeggi, ostelli della gioventù, residenze turistiche, case per vacanze, case per ferie, bed&breakfast etc.), così come classificate dalla L.R. 11/1999 e dalla L.R. 27/2013, che sono altresì tenute alla registrazione delle presenze per il tramite del sistema SPOT (Sistema Puglia Osservatorio Turistico).

L'imposta è dovuta per ogni pernottamento, nel periodo dal 1 maggio al 31 ottobre, nelle strutture ricettive ubicate nel territorio della Città di Fasano.

L'imposta va incassata dai gestori delle strutture ricettive al termine del soggiorno, rilasciando un'apposita quietanza di pagamento con ricevuto nominativa non fiscale, oppure inserendo il relativo importo in fattura, indicandolo come operazione fuori campo applicazione I.V.A.

Il gestore della struttura ricettiva effettua il versamento dell'imposta al Comune di Fasano.

La novità di rilievo risiede nell'art.9 del Regolamento per la Disciplina dell'Imposta di Soggiorno, così come modificato con Deliberazione di Consiglio Comunale n°17 del 30 marzo 2017: dal 1 maggio 2017 ciascun gestore ha l'obbligo di dichiarare all'Ente mensilmente il numero di coloro che hanno pernottato presso la propria struttura. Nel caso in cui la somma dovuta mensilmente non superi l'importo di € 500,00, il versamento alle casse comunali può essere effettuato entro 15gg. dalla fine del mese successivo a quello riferimento.

In quanto agenti contabili, i gestori delle strutture ricettive sono tenuti alla resa del conto giudiziale della gestione svolta ai sensi dell'art.233 del DLgs. n.267/2000. Il conto della gestione costituisce allegato obbligatorio della dichiarazione annuale e dovrà essere reso attraverso la compilazione del Modello 21.

Delibera di C.C. n. 17 del 30.03.2017
Modifiche al Regolamento per la disciplina dell'imposta di soggiorno